Una civilissima pratica tipica del costume bellico italiano del XV secolo

Ultimamente mi è capitato di leggere in un contributo di Francesco Storti  queste parole,

… l’assalto, dato a furia, per il pericolo di un attacco alle spalle e che si risolve con la presa e il saccheggio della terra, preservate, naturalmente, le donne dallo stupro, in conformità ad una civilissima pratica tipica del costume bellico italiano

(pagina 20, tratta da Francesco Storti La «novellaja» mercenaria. Vita militare, esercito e stato nella corrispondenza di commissari, principi e soldati del secolo XV  «Studi storici», 54 (2013), pp. 5-40 )

Questa considerazione è stata tratta dall’autore dopo aver letto due documenti, il primo:

“Questa mattina poy, al levare del sole, se dede la bactaglia in tre parte, cioè in doe parte verso la marina, dove combactevano li ecclesiastici et li feltreschi et in la terza parte verso terra ferma, dove combactevano li sforzeschi, et tuttavia, dando la bactaglia, stava una nave et cinque barche carge de gente sopra la marina temporezando, et in effecto seguí che in mancho de meza hora la terra se vinse per forza, et li sforzeschi forono li primi ad intrare, per spacio de uno quarto d’hora poy li ecclesiastici et immediate li feltreschi, et cosí la terra fo posta ad saccomanno et nuy tucti tre intrassemo dentro et presemo cura ad salvare le donne, et cosí anche el conte Marcantonio Torello ne prese cura et forono salvate tutte et poste in una chiesa.”  (tratto da G. della Molaria, G. Lanzavecchia e G. Bianchi al duca di Milano, campo contro San Flaviano, 11 luglio 1460, in ASM, SPEN, 203, ff. 149-150).

il secondo:

… che non fazano damno alle cose divine delle ecclesie et cossí non facessero violentie ad donne, deputandoce persune bone, ché tucte le donne siano poste insiemi et per cosa al mundo consentire siano prese citelle, né donne per farli carrico» (D. Carafa, Memoriali, a cura di F. Petrucci Nardelli, Roma, Bonacci, 1988, pp. 346-347).

Subito mi sono tornate alla mente le parole  da me lette tanti anni fa e scritte dal Dott. Claudio Finzi sulla raccolta di atti; Braccio da Montone. Le compagnie di ventura nell’Italia del XV secolo (pagina 56)

“Non a caso il momento cruciale è dato proprio dall’attacco e dalla conquista di Barisciano, dove i bracceschi si abbandonano ad efferate violenze. E proprio qui il punto, poichè questo non era fino a quel momento il costume di Braccio, il quale anzi al contrario (scrive Giovanni Campano) aveva sempre difeso la pudicizia delle donne, fino a punire i propri soldati intemperanti e violenti (De vita et gestis Bracii di G.A. Campano, pp. 195-196)”

 

Oltre a tutti questi documenti ad avvalorare tale tesi porto anche questa testimonianza tratta da:
Autore. IL RINASCIMENTO E LA CRISI MILITARE ITALIANA, autore. PIERO PIERI. edizione EINAUDI 1952. Pag. 307, nota 1.

Accenniamo appena alla partecipazione di Renato d’Angiò con 12 squadre francesi alla guerra d’Italia nel 1453. I Francesi contribuirono a respingere un attacco dei Veneziani al campo sforzesco, ma apparvero indisciplinati e disordinati; avendo poi i Milanesi preso d’assalto, il 19 ottobre, Pontevico, essi tenner loro dietro e si distinsero nell’uccidere vecchi, donne e bambini; tanto che ne seguì mischia cogli stessi soldati sforzeschi! ( se qualcuno non avesse inteso il senso gli sforzeschi cominciarono a battersi con i loro alleati francesi che si erano dimostrati sanguinari con i più deboli)

Sarebbe stupido pensare che questa fosse la regola accettata da tutti, ma d’altro canto è anche bello scoprire che in fondo anche i soldati possedevano idealmente un codice d’onore a salvaguardia dei più deboli e indifesi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in RICERCHE, VITA MILITARE e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...