Lettera di lamentela di Bosio Sforza (Figlio di Muzio Attendolo e di Antonia di Salimbeni, era fratellastro di Francesco Sforza, per il quale militava nel regno al comando di una grossa compagnia ) al Duca Sforza per i prezzi troppo elevati praticati da piccoli trafficanti e commercianti di bottega locali, che con la scusa della carestia se ne approfittavano per lucrare.

Tratto da:
B. Sforza a C. Simonetta, campo contro Paternopoli 26 novembre 1461, in Dispacci sforzeschi da Napoli, IV, cit., p. 366.

Per avisare vostra magnificentia delle conditione et del vivere nostro di qua, et de le
caristie grande che ci sonno, quella aviso commo nuy comparamo uno pane al bolognino, ( moneta dell’epoca) che quatro il dí non bastano ad una persona, uno ducato la soma (unità di peso dell’epoca) del vino, et sonno vini bruscheti et molto lezeri, et lo tombolo (presumo unità di peso dell’epoca) de l’orzo a quatro carlini, (moneta dell’epoca) che non basta
quatro pasti ad uno cavallo, et uno zuparello (farsetto) da famiglio (servitore/combattente) ducati duy, et uno paro di calce (calzabraghe)da famigli molto grose ducati uno, et ogni cosa piú caro, per modo che non bastarano né arme né cavalli, se ne havessemo bene quatro volte piú che non n’abiamo. Et li hominidarme vendono cavalli, panzere, celate, et perfino alle zornie (giornea) che anno indosso, perché non possano vivare per le grande caristie chi sonno, et per li pochi dinari chi
corrano […]. Li saccomani chi se ne sonno fugiti sonno senza nomero, perché sonno

nudi et domandano calce et scarpe alli loro patroni, et non gli ne possono comperare, puro non gli possono fare le spexe di pane per la pocha inpossibilità che anno, et fanno le vigilie, che non foreno may commandate, et sonno di molti hominidarme chi non n’ano uno famiglio al mondo et non fo may veduta tanta miseria et stremità como è fra nuy sforceschi di qua, et ogniuno è piú arrocito di cavalli, et ne sonno morti assay et quilli che sonno vivi non poriano stare pezo

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in DOCUMENTI, RICERCHE, VITA MILITARE e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...